18 Marzo: Giornata Nazionale delle vittime del Covid-19

É arrivato ieri, all' unanimità, l'ok della Commissione Affari Costituzionali del Senato con cui diventa legge l'istituzione della Giornata Nazionale delle Vittime del Covid-19.
"La Repubblica - recita così il primo articolo -  riconosce il giorno 18 marzo di ciascun anno quale Giornata Nazionale in Memoria delle Vittime dell' Epidemia di Coronavirus, di seguito denominata  "Giornata Nazionale" al fine di Conservare e Rinnovare la Memoria di tutte le persone decedute a causa di tale epidemia".

La scelta del 18 marzo è ricaduta proprio nella data in cui, nel 2020, si registrò il maggior numero di decessi su scala nazionale e  il giorno in cui una fila di mezzi militari dell' esercito attraversava Bergamo deserta, con a bordo i feretri delle vittime, per trasportarli dal cimitero della città orobica, ormai al collasso, verso i forni crematori delle cittá limitrofe. Immagini forti, immagini simbolo di una tragedia che ancora ci attanaglia.
Sarà un giorno simbolico per il Paese che attraverserà i confini del tempo e della memoria in cui il nostro pensiero commosso, come Comunità Carottese, va soprattutto alle 14 vittime che sin qui abbiamo registrato  a causa della pandemia.
Alle loro famiglie giunga ancora l'affetto e  il forte abbraccio della Nostra Intera Comunità.
Ricordare  ciò che è accaduto serve a noi e servirà a quanti verranno dopo di noi a comprendere fino in fondo il valore della Salute e di un Sistema Sanitario Pubblico ed é un modo per ringraziare medici, operatori sanitari e quanti hanno combattuto in prima linea  e tutt'ora combattono sul fronte, in questa guerra che possiamo sconfiggere oggi solo  grazie all'Arma dei Vaccini.
Oggi, dopo un anno di chiusure forzate, di ospedali stremati,  di scuole chiuse e ragazzi disorientati, di attivitá che boccheggiano, il nostro impegno collettivo oltre che istituzionale é volto a vincere questa sfida e a lanciare un segnale importante di fiducia e di speranza da trasmettere alle nostre comunità ancora fortemente provate da questa triplice emergenza sanitaria, economica e sociale,
per tornare ad essere quelli che eravamo, armati di una consapevolezza nuova e una straordinaria capacità di resilienza, per proseguire ciascuno nel proprio percorso di crescita e realizzazione.
Oggi 18 marzo 2021 il nostro minuto di silenzio é per tutte le Vittime del Covid e in particolare per i Nostri: Luigi, Mario, Giovanni, Francesco, Vittorio, Francesca, Erminia, Giovanni Battista, Pietro, Ciro, Francesco e Maria Michela,Teresa, Pietro Paolo.

Il Sindaco

Vincenzo Iaccarino