Il nuovo DPCM approvato dal Governo il 24 Marzo 2020

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo DPCM che inasprisce le pene per chi viola gli obblighi di permanenza in casa fatte salve le eccezioni previste al fine di contenere l'espansione del contagio da covid-19. Smentita dal Presidente Conte l'estensione dell'emergenza al 31 luglio 2020. Trattasi della scadenza, prevista a fine gennaio, dell'emergenza (sei mesi). I provvedimenti restrittivi sin qui adottati saranno revocati non appena saranno bloccati i contagi e le criticità sin qui rilevate. Il nuovo DPCM dà facoltà ai Presidenti di Regione di adottare Ordinanze anche più restrittive di quelle nazionali per fronteggiare emergenze specifiche del territorio. IL TESTO DEL DPCM