Ponte Orazio, la Giunta approva il progetto per la riapertura della strada

Nella seduta del 15 Novembre scorso la Giunta Comunale, su proposta del Sindaco Vincenzo Iaccarino, ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica dei “Lavori di ripristino di un tratto di strada su Ponte Orazio e di manutenzione straordinaria del costone tufaceo sottostante” redatto, su incarico dell’Ente, dall’ing. Michele Ercolano e il cui costo complessivo ammonta a € 921.596, 42.  L’opera è inserita nel “Programma delle Opere Pubbliche 2018/2020” approvato dal Consiglio Comunale il 30 marzo 2018 (Delibera N°10/2018).
L’esecutivo ha conferito incarico ai funzionari responsabili del 5° Settore (LL.PP.) Dario Pappalardo e 4° Settore (Servizio finanziario) Vincenzo Limauro affinché individuino la possibilità di finanziare l’opera pubblica mediante l’utilizzo dei residui esistenti sui contratti di prestito stipulati dal Comune di Piano di Sorrento con la Cassa Depositi e Prestiti anche alla luce della recente normativa regionale.
La Regione Campania, all’indomani del disastro, aveva autorizzato la prima spesa di 150mila euro utilizzata per finanziare i primi interventi di messa in sicurezza dell’area interessata al dissesto. A dare un impulso decisivo all’operazione, dopo una serie di incontri che il Sindaco ha svolto in Regione col Presidente Vincenzo De Luca, è stata l’approvazione di una legge regionale, la N°28 dell’8 agosto scorso, con la quale si autorizzano gli enti locali a utilizzare i contratti di prestiti assistiti da contributi regionali mediante la semplice comunicazione alla Regione.
“Siamo alla fase decisiva della copertura finanziaria dell’intervento che, lo ricordo, è di circa 1 milione di euro – spiega il Sindaco Iaccarino – Con i fondi comunali e con la devoluzione dei vecchi mutui siamo in condizione di accedere al prestito assistito della Regione Campania e indire la gara d’appalto per il progetto che consentirà la messa in sicurezza e la piena agibilità della Via Ponte Orazio che nel 2019 sicuramente sarà riaperta a conclusione dei lavori. Abbiamo completato la parte che ci competeva e ora gli Uffici preposti daranno attuazione a tutti i conseguenti adempimenti propedeutici alla realizzazione dell’opera”.