In vigore il regolamento per il "Testamento Biologico"

Il Consiglio Comunale nella seduta del 17 ottobre scorso ha istituito il “Registro delle Dichiarazioni Anticipate di Volontà di Trattamenti Sanitari e di Fine Vita – Dat”, praticamente il cosiddetto “Testamento Biologico” a tutela della piena dignità delle persone e ne promuove il pubblico rispetto anche in riferimento alla fase terminale della vita umana. Con il Registro il soggetto incapace può esercitare il proprio diritto all’autodeterminazione terapeutica, l’esplicazione della sua personalità e l’inviolabilità della sua libertà individuale. Si tratta di un’anticipata disposizione futura, raccolta e conservata attraverso l’istituto del Registro che consente di attuare quel sistema di tutela espresso sul piano del diritto sostanziale dagli artt. 2, 13 e 32 della Costituzione. Per tutte le info rivolgersi all'Ufficio di Stato Civile.