VERSAMENTO IMU PER L’ANNO 2021

A decorrere dall'anno 2020, l'imposta municipale propria (IMU) è disciplinata dalle disposizioni di cui ai commi da 739 a 783, della legge n. 160/2019.

L’IMU deve essere versata da chiunque possieda immobili (fabbricati, terreni agricoli ed aree fabbricabili) o goda di un diritto reale di usufrutto, uso o abitazione (anche quello spettante al coniuge superstite a seguito di successione), di enfiteusi o superficie sugli stessi, ovvero dal concessionario delle aree demaniali e dal locatario degli immobili concessi in locazione finanziaria.

Sono escluse dal pagamento dell’IMU le abitazioni principali e le relative pertinenze e le unità immobiliari ad esse assimilate, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 ed A/9.

Sono, altresì, esenti dall'IMU i terreni agricoli ubicati in zone montane (foglio 8, 9, 11 e 12) ovvero se posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali.

La base imponibile IMU è ridotta del 50% per le unità immobiliari - fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 – concesse in comodato ai genitori o ai figli, purché siano utilizzate come abitazione di residenza e a condizione che il comodante risieda nello stesso comune e non possieda altri immobili in Italia, ad eccezione della propria abitazione di residenza, il comodato sia registrato e venga presentata la dichiarazione IMU.

Il valore imponibile dei fabbricati per il calcolo dell’IMU è ottenuto applicando all'ammontare delle rendite risultanti in catasto, vigenti al 1° gennaio 2021 e rivalutate del 5 per cento, i seguenti moltiplicatori:

  • 160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, con esclusione della categoria catastale A/10;

  • 140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie catastali C/3, C/4 e C/5;

  • 80 per i fabbricati classificati nella categoria catastale D/5 e per i fabbricati classificati nella categoria catastale A/10;

  • 65 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D, ad eccezione dei fabbricati classificati nella categoria catastale D/5;

  • 55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C/1.

Il versamento va eseguito sulla base delle aliquote e delle detrazioni di seguito riportate approvate con delibera del consiglio comunale n. 23 del 19/05/2021:

 

Tipologie immobili

 

IMU

 

aliquota 2021

codice tributo F24

codice ente

Abitazioni principali ed assimilate ad eccezione delle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze

 

ESENTE

 

 

Abitazioni principali categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze con detrazione pari ad €200,00

 

5,00 ‰

3912

G568

Altri fabbricati

 

9,90 ‰

3918

G568

Fabbricati categorie D - quota Stato

 

7,60 ‰

3925

G568

Fabbricati categorie D - quota Comune

 

1,20 ‰

3930

G568

Fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto permane tale destinazione e non siano in ogni caso locati

 

2,50 ‰

3939

G568

Fabbricati rurali strumentali

 

1,00 ‰

3913

G568

Terreni agricoli

 

9,90 ‰

3914

G568

Terreni ubicati in zona montana (foglio 8, 9, 11 e 12) o posseduti e condotti da coltivatori diretti e IAP

 

ESENTE

 

 

Aree fabbricabili

 

9,90 ‰

3916

G568

 

Le imposte da versare devono essere calcolate in ragione dei mesi di possesso, in acconto (50% del totale) entro e non oltre il 16 giugno 2021 ed in saldo entro e non oltre il 16/12/2021.