Oggi è la Festa della Repubblica. Ossequi al Capo dello Stato Sergio Mattarella

"La Costituzione è il fondamento della Repubblica. Se cade dal cuore del popolo, se non è rispettata della autorità politiche, se non è difesa dal Governo e dal Parlamento, se è manomessa dai Partiti verrà a mancare il terreno sodo sul quale sono fabbricate le nostre istituzioni e ancorate le nostre libertà". Così Luigi Sturzo consacrava il valore della Repubblica che celebriamo ogni 2 giugno dal 1946 quando gli Italiani votarono per il referendum per scegliere, per la prima volta a suffragio universale, tra Monarchia e Repubblica. Il Paese scelse la Repubblica col 54,3% dei voti e il 18 Giugno fu proclamata la Repubblica Italiana. Celebrare questa giornata vuol dire riconoscersi nei valori democratici a difesa dei quali centinaia di migliaia di persone hanno sacrificato la loro vita. Il nostro dovere è di conservarne la memoria rispettando la nostra Carta Costituzionale ogni giorno e in qualunque contesto, insegnando ai nostri giovani il senso di questa scelta grazie alla quale viviamo in democrazia e libertà. Quest'anno è l'ultima ricorrenza del 2 Giugno con il Capo dello Stato Sergio Mattarella che si accinge a concludere il proprio settenato e al quale progo referenti ossequi a nome del Consiglio Comunale e della Città di Piano di Sorrento per il servizio reso alla nostra Repubblica e al nostro Paese. (Foto di Salvatore Pollio)

Il Sindaco

Vincenzo Iaccarino